compressore d’aria

Home » compressore d’aria

compressore d'aria

FUNZIONAMENTO, VANTAGGI E UTILIZZO ?

 

La scelta di un compressore d’aria viene operata in base :

  • All’utilizzo di aria compressa, ma anche ai suoi principi
  • • Al funzionamento: motorizzazione, potenza, capacità ecc.

In base al loro meccanismo, i compressori si dividono in: compressori a vite e compressori a pistoni. Entrambi sono adatti sia a compressori professionali che per uso privato.

COMPRESSORE A VITE: IL PIU COMUNE MA IL PIU COSTOSO

Il compressore a vite è il sistema più utilizzato dal grande pubblico. La compressione dell’aria è prodotta dal meccanismo di rotazione dei due rotori di una vite. Il compressore aspira l’aria grazie al meccanismo di rotazione delle viti e la rilascia debitamente compressa. Le ridotte dimensioni dei compressori a vite consentono un utilizzo più comodo e pratico, specie su compressori portatili o senza fili (ad esempio: gonfiaggio di pneumatici per auto). Questi compressori sono però i più costosi presenti sul mercato. Il loro prezzo elevato può indurre gli acquirenti a optare per compressori usati e ridurre così il costo.

COMPRESSORE A PISTONE: UTILIZZO NELL’INDUSTRIA, SPECIE PER IL GAS

Azionati dal motore, i pistoni si muovono avanti e indietro all’interno di cilindri dotati di valvole di non ritorno. Tale movimento crea la compressione dell’aria. I compressori a pistone trovano il loro impiego principale nell’industria e rendono possibile la compressione dei gas in modo stabile. (Un esempio è costituito dai compressori ABAC).

Il tipo di alimentazione del motore influisce sul funzionamento e l’uso dei compressori. Si distinguono due tipi di motore: elettrico o termico

COMPRESSORE ELETTRICO: IL PIU SEMPLICE

Il modello più economico e più pratico è il compressore elettrico. Tale tipo di compressore non può però essere utilizzato in un cantiere. Deve infatti essere collegato permanentemente all’alimentazione di rete.
Il compressore elettrico serve per eseguire lavori di:

  • Sabbiatura: pistola per sabbiatura
  • Verniciatura: aerografo e pistola a spruzzo
  • Gonfiaggio: getto d’aria con attacco rapido

COMPRESSORE TERMICO: IL MODELLO DEI PROFESSIONISTI

Il compressore termico è particolarmente indicato per l’uso professionale. Genera la propria energia dalla combustione di un carburante, benzina o diesel. È quindi più costoso di un compressore elettrico. Ma è molto più potente. Dal momento che, per funzionare, non ha bisogno di una presa di corrente, è molto più mobile.

COMPRESSORI SPECIFICI: SILENZIOSI O SENZA OLIO

I compressori hanno, però, presentano anche qualche svantaggio. Alcuni compressori sono quindi stati progettati per migliorare la qualità di utilizzo dei dispositivi e il loro comfort:

  • Compressore silenzioso: per non disturbare il vicinato ma anche per proteggere l’udito degli utenti.
  • Compressore senza olio: per ridurre sprechi e costi di utilizzo

SISTEMI DI SICUREZZA

Se sottoposto a forti pressioni il serbatoio/recipiente del compressore può trasformarsi in un elemento pericoloso . Fortunatamente, esistono diversi dispositivi che consentono di mantenere una sicurezza ottimale: manometro collegato a una valvola di sicurezza tramite raccordo a T, valvola di spurgo, ecc..

 

APPLICAZIONI DEI COMPRESSORI D’ARIA PRESSO STANDARD INDUSTRIE INTERNATIONAL

Per Standard Industrie International, i compressori costituiscono una componente essenziale del processo di pulizia e disintasamento di silos, tramogge, filtri, ecc. L’aria compressa viene infatti utilizzata :

– Nei serbatoi dei prodotti della nostra gamma Airchoc dei cannoni ad aria AIRCHOC ®
– Nelle nostre macchine per la pulizia dei silos della gamma Gironet, e le nostre macchine di perforazione Powernet
– Nei nostri aspiratori (disintasamento dei filtri).

Presso i nostri clienti esiste già un compressore che serve l’intero impianto. Tuttavia, noi abbiamo anche la possibilità di determinare la potenza necessaria per supportare nuove installazioni e di creare nuove reti di aria per soddisfare i bisogni indotti dai nostri cannoni.

Il collegamento tra il compressore e il proprio serbatoio avviene mediante un tubo rigido in acciaio o acciaio inox, il cui diametro può variare in base alla potenza desiderata.

Nella figura sottostante viene riportato un esempio di installazione di un compressore :